Quadri elettrici pressurizzazione

Informazioni

Tags

Quadri elettrici pressurizzazione

I quadri elettrici FlowControl, FlowDrive e FlowMotion sono realizzati per sistemi di pressurizzazione idrica,  sono apparecchiature elettriche dotate di inverter (ad eccezione del FlowMotion) atte a mantenere costante una pressione modificando la velocità di rotazione di una pompa o motore elettrico rispetto ad un valore di set-point preimposta...

I quadri elettrici FlowControl, FlowDrive e FlowMotion sono realizzati per sistemi di pressurizzazione idrica,  sono apparecchiature elettriche dotate di inverter (ad eccezione del FlowMotion) atte a mantenere costante una pressione modificando la velocità di rotazione di una pompa o motore elettrico rispetto ad un valore di set-point preimpostato tramite un segnale elettrico di retroazione proveniente da un trasduttore. Gli inverter permettono un'ottimizzazione delle prestazioni, maggior comfort e conseguente riduzione dei costi energetici.

I quadri elettrici SQL sono una versione economica per i sistemi di pressurizzazione, questi quadri sono previsti per l’avviamento diretto più elettropompe trifase secondo logica SEQUENZIALE.

Dettagli

Quadri elettrici pressurizzazione Non ci sono prodotti in questa categoria.

Sotto-categorie

  • FlowMotion
  • FlowControl

    Gli azionamenti a velocità variabile servono per modificare la velocità di un motore elettrico, che di regola è fissa e dipende dal numero di poli del motore.

    Essi consistono essenzialmente in un inverter, che rispetto ad un valore di set point preimpostato, tramite un segnale di retroazione proporzionale proveniente da un trasduttore, modula la frequenza e la tensione di alimentazione di un motore, quindi la sua velocità in funzione del carico applicato.

    Questi sistemi possono essere utilizzati con profitto per variare la portata di una pompa al posto dei tradizionali sistemi quali le valvole di strozzamento e sono validi soprattutto perché una piccola riduzione di velocità si riflette in una forte riduzione della potenza assorbita realizzando un risparmio energetico valutabile tra il 20 ed il 50 %. Si utilizza, insomma, solo l' energia di cui c' è effettivamente bisogno.

    Chiaramente anche i costi di manutenzione ordinaria annuale, vista la semplificazione dell' impianto, con l' adozione di sistemi ad inverter, subiscono una drastica riduzione. 

    CARATTERISTICHE FUNZIONALI:

    • Possibilità di scelta in fase d’ordine del tipo di circuito idraulico da controllare (aperto o chiuso)

    • Funzionamento con pompe in parallelo (da 2 a 6).Vengono avviate e fermate in sequenza; una delle pompe a rotazione viene controllata da Inverter per la modulazione della velocità. Ad ogni nuovo ciclo di funzionamento l’Inverter controlla una pompa diversa, in modo che la rotazione avvenga fra tutte le pompe, inclusa quella sotto Inverter.

    • Interscambio pompe comandate da inverter in automatico a orari (giornalieri) prestabiliti impostabili

    • Reset automatico fault inverter per max 6 allarmi orari

    • Funzione di commutazione automatica emergenza per guasto inverter non ripristinabile in modalità di funzionamento sequenziale 

    • Funzione di commutazione automatica emergenza, per guasto controllore programmabile, in logica di comando elettromeccanica pilotata da comandi esterni (es. interruttori pressostatici) OPTIONAL

    • Funzione di commutazione impostabile da selettore montato a fronte quadro con funzione “MANUALE 0 AUTOMATICO” (optional), per guasto controllore programmabile, in logica di comando elettromeccanica pilotata da comandi esterni (es. interruttori pressostatici) 
    FUNZIONI PROGRAMMABILI:
    • Impostazione 1°set-point (valore richiesto pressione costante impianto)

    • Impostazione 2°set-point, alternativo al 1°

    • Stato funzionale impianto (Pcos -Sequenziale)

    • Calibratura valori e tempi intervento pompa/e in stato sequenziale (emergenza)

    • Compensazione delle perdite di carico, per aumento richiesta idrica

    • Impostazione min / max frequenza di esercizio pompa comandata da inverter

    • Tempi risposta sistema al variare delle condizioni di richiesta idrica

    • Ritardo avvio / arresto pompa di punta

    • Valore minimo e max pressione (protezione da trasduttore)

    • Ritardo temporizzazione intervento protezione pompe da min e max pressione

    • Impostazione oraria scambio esercizio pompe

    • Impostazione orari accensione / spengimento sistema, con impostazione giornaliera / settimanale (fino a quattro impostazioni)

    • Possibilità do scelta per inserimento esercizio continuo con frequenza minima, per richiesta idrica nulla o stop pompa

    • Impostazione data ed orario correnti

    • Impostazione stato funzionale pompe (automatico – manuale da rete - manuale da inverter- stop)

    • Impostazione (previa abilitazione) massima corrente pompe per correzione automatica della curva (solo per la pompa pilota) 

    CARATTERISTICHE GENERALI:

    • Ingresso rete 3 ~ 50/60Hz 400V ±10%

    • N.2 ingressi in bassissima tensione per comando da trasduttori di pressione

    • N.1 ingresso in bassissima tensione per pressostato o galleggiante di minima o qualunque altro dispositivo di arresto di emergenza

    • Inverter di Frequenza elettronico

    • Interruttori automatici salvamotore per protezione pompe con comando da rete

    • Fusibili di protezione ausiliari

    • Lampada spia segnalazione circuiti ausiliari inseriti

    • Lampada spia segnalazione anomalia generica • Pannello Touch screen 4,2” TFT 64000 colori (optional    5,6”/7”/10”)

    • Contatto in scambio libero da potenziale elettrico per la segnalazione remota di intervento anomalia (5A 250Vac AC1)

    • Ingresso in bassissima tensione per ON/OFF impianto da remoto

    • Ingresso in bassissima per inserimento da remoto de II°set point

    • Sezionatore generale con bloccoporta

    • N.1 selettore per il funzionamento dei motori in automatico – spento - manuale (in manuale avviamento da dispositivi esterni es. pressostati) (OPTIONAL)  

     •  Avviamento per ogni pompa da pressostati / galleggianti(OPTIONAL)

    • N.2..6 lampade spia per la segnalazione pompe di punta in marcia (OPTIONAL)

    • N.2..6 lampade spia per la segnalazione pompe pilota in marcia (OPTIONAL)

    • Involucro metallico

    • Grado di protezione IP54

    • Temperatura ambiente: -5/+40 °C

    • Umidità relativa 50% a 40 °C (non condensata). 

  • FlowDrive

    Gli azionamenti a velocità variabile servono per modificare la velocità di un motore elettrico, che di

    regola è fissa e dipende dal numero di poli del motore.

    Essi consistono essenzialmente in un inverter, che rispetto ad un valore di set point preimpostato, tramite un segnale di retroazione proporzionale proveniente da un trasduttore, modula la frequenza e la tensione di alimentazione di un motore, quindi la sua velocità in funzione del carico applicato.

    Questi sistemi possono essere utilizzati con profitto per variare la portata di una pompa al posto dei tradizionali sistemi quali le valvole di strozzamento e sono validi soprattutto perché una piccola riduzione di velocità si riflette in una forte riduzione della potenza assorbita realizzando un risparmio energetico valutabile tra il 20 ed il 50 %.

    Si utilizza, insomma, solo l' energia di cui c' è effettivamente bisogno.

    Chiaramente anche i costi di manutenzione ordinaria annuale, vista la semplificazione dell' impianto, con l' adozione di sistemi ad inverter, subiscono una drastica riduzione.

    CARATTERISTICHE FUNZIONALI:

    •   Funzionamento con due pompe in parallelo. Vengono avviate e fermate in sequenza; una delle pompe a rotazione viene controllata da Inverter per la modulazione della velocità.
    •   Interscambio pompe comandate da inverter in automatico a orari (giornalieri) prestabiliti impostabili
    •   Funzione di commutazione impostabile da selettore montato a fronte quadro con funzione                        “MANUALE 0 AUTOMATICO” , per guasto controllore programmabile, in logica di comando elettromeccanica pilotata da comandi esterni (es. interruttori pressostatici)

    FUNZIONI PROGRAMMABILI:

    •   Impostazione  1° set-point (valore richiesto pressione/portata/temperatura costante impianto)
    •   Impostazione 2° set-point, alternativo al 1° (come optional si ha la possibilità di scambio da locale o remoto)
    •   Impostazione minima frequenza di esercizio pompa comandata da inverter
    •   Ritardo avvio / arresto pompa di punta
    •   Impostazione oraria scambio esercizio pompe
    •   Possibilità di scelta per inserimento esercizio continuo con frequenza minima, per richiesta idrica nulla o stop pompa
    •   Frequenza stop pompa per Q=0
    •   Pressione di riavvio pompe dopo stop per Q=0
    •   Impostazione data ed orario correnti
    •   Impostazione stato funzionale pompe (automatico – manuale da rete - stop)

    PARAMETRI VISUALIZZABILI:

    •   Numero avviamenti pompe in modo automatico;
    •   Allarmi attivi;
    •   Storico allarmi;
    •   Pressione misurata;
    •   Stato pompe;
    •   Frequenza rotazione pompe (solo in modo automatico)
    •   Trend della pressione in formato grafico

    CARATTERISTICHE GENERALI:

    •   Ingresso rete 3 ~ 50/60Hz 400V ±10%;
    •   N.1 ingresso in bassissima tensione per comando da trasduttori di pressione (4÷20 mA o 0-10V da specificare in fase d’ordine);
    •   Ingresso in bassissima tensione per pressostato o galleggiante di minima o qualunque altro dispositivo di arresto di emergenza;
    •   Inverter di Frequenza elettronico
    •   Interruttori automatici salvamotore per protezione pompe con comando da rete
    •   Fusibili di protezione ausiliari;
    •   Lampada spia segnalazione anomalia generica
    •   Pannello Touch screen 4,2” TFT 64000 colori (optional 5,7”,7” e 10”)
    •   Contatto in scambio libero da potenziale elettrico per la segnalazione remota di intervento anomalia (5A 250Vac AC1)
    •   Ingresso in bassissima per inserimento da remoto de II° set point
    •   Sezionatore generale con bloccoporta;
    •   N.1 selettore per il funzionamento dei motori in inverter – spento - manuale (in manuale avviamento da dispositivi esterni es. pressostati)
    •   N.2 lampade spia per la segnalazione pompe di punta in marcia (OPTIONAL)
    •   N.2 lampade spia per la segnalazione pompe pilota in marcia (OPTIONAL)
    •   Involucro metallico;
    •   Grado di protezione IP54;
    •   Temperatura ambiente: -5/+40 °C;
    •   Umidità relativa 50% a 40 °C (non condensata).
  • SQL

    I quadri elettrici SQL sono previsti per l’avviamento diretto più elettropompe trifase secondo logica SEQUENZIALE: un modulo elettronico debitamente programmato automatizza avviamenti ed arresti delle pompe in modo ciclico sequenziale in funzione dei segnali rilevati da un unico manometro a contatti elettrici. La pressione in mandata della centrale idrica viene pilotata entro due valori prescelti in relazione alle esigenze dell'utenza: P1 (minima) e P2 (massima). Alla pressione P1 le elettropompe vengono avviate una dopo l'altra in sequenza, ad intervalli di tempo regolari, finché la pressione in mandata non risale oltre P1. Alla pressione P2 si verifica un'analoga ed inversa sequenza di arresto. Il differenziale operativo di pressione può essere molto contenuto rendendo a tutti gli effetti questi sistemi funzionanti a PRESSIONE QUASI COSTANTE. E' garantito un ciclo rotativo di utilizzo delle elettropompe e la distribuzione statisticamente uniforme del carico di lavoro tra tutte le elettropompe. In caso di fermo di una elettropompa per manutenzione o avaria, questa viene automaticamente esclusa dalla successione. Il sistema può essere utilizzato anche con regolatori di livello.

    Impieghi: sollevamento acqua, autoclavi, sistemi di travaso,raffreddamento, ecc

    Esecuzione:

    • Cassa in lamiera finemente verniciata protezione IP 54
    • Sezionatore generale bloccoporta
    • Interruttore automatico salvamotore per ogni elettropompa
    • Trasformatore per ausiliari in bassissima tensione di sicurezza
    • Fusibili di protezione circuiti ausiliari
    • Selettore Man – 0 - Aut per ogni elettropompa
    • Lampada spia verde funzionamento per ogni elettropompa
    • Lampada spia gialla di  blocco per ogni elettropompa
    • Lampada spia bianca presenza rete
    • Modulo elettronico SEQUENZIALE che gestisce le sequenze di avviamento e di arresto delle elettropompe con temporizzazione regolabile
    • Predisposizione protezione contro la marcia a secco